ELEONORA ABBAGNATO, CARMEN GIANNATTASIO ED ALESSANDRO PREZIOSI IN VILLA RUFOLO PER LE RIPRESE DEL LUNGOMETRAGGIO IN ONORE DI WAGNER

Sono cominciati stamane i lavori per l’allestimento dei set sui quali prenderà vita il lungometraggio che omaggerà il 140esimo anniversario del passaggio di Richard Wagner a Ravello.
Giornata di intenso lavoro per le maestranze che, guidate dal direttore artistico Alessio Vlad e dal regista Gino Aveta, hanno messo a punto tutti i dettagli per le riprese che caratterizzeranno tutta la giornata di domani: il 26 maggio, appunto.
Eleonora Abbagnato e il coreografo Simone Valastro, nel primo pomeriggio, hanno individuato i punti di Villa Rufolo più adatti alla coreografia originale costruita sulla musica del Preludio del Parsifal; il soprano Carmen Giannattasio, chiamata a sostituire Sonya Yoncheva, e il pianista Maurizio Agostini hanno raggiunto Ravello già dalle prime ore del mattino per calarsi nell’atmosfera del giardino di Klingsor. Nel tardo pomeriggio l’arrivo di Alessandro Preziosi, ha dato il via alla prova generale.
Presente a Ravello anche il commissario della Fondazione Almerina Bove che ha colto l’occasione per salutare lo staff e continuare a lavorare sui progetti in cantiere.
Il progetto è organizzato dalla Fondazione Ravello in stretta sinergia con la Regione Campania e il Comune di Ravello.​

VAI ALLA FOTO GALLERY   |   VAI AL VIDEO WAGNER E RAVELLO

Wagner Day - Trailer

La Fondazione Ravello, in stretta sinergia con la Regione Campania e il Comune di Ravello, ha voluto celebrare degnamente il 140esimo anniversario dell’arrivo di Richard Wagner nella Città della Musica. Il docufilm, che sarà trasmesso in particolar modo in Germania, vuole rafforzare non solo il legame storico con la nostra terra, ma soprattutto rilanciare il turismo campano oltreconfine.
Nel “Giardino di Klingsor”, che diventa crocevia di arte e bellezza e luogo immaginifico da raggiungere, volteggia l’étoile Eleonora Abbagnato, incarnazione della fanciulla fiore, mentre le voci di Carmen Giannattasio e di Alessandro Preziosi cantano e narrano una vicenda che ha cambiato per sempre la storia di Villa Rufolo, di Ravello e della Campania.
Il trailer, mix straordinario di immagini, musiche e parole, è solo un assaggio del progetto ideato dal maestro Alessio Vlad con la regia di Gino Aveta che nei prossimi giorni sarà al centro di una campagna di promozione turistica ad hoc.
Con soddisfazione e una punta di orgoglio, ripartiamo dalla cultura e da Ravello per il rilancio turistico della nostra bellissima regione.

NEWS

APPROVATO IL NUOVO STATUTO DELLA FONDAZIONE RAVELLO

Il Consiglio di Indirizzo della Fondazione Ravello in data odierna ha approvato la modifica statutaria che porterà una nuova governance e un nuovo futuro a una delle più prestigiose istituzioni culturali italiane. In un clima di grande concordia, unanimità di intenti e condivisione di scelte, il commissario della Fondazione, Almerina Bove, ha dunque velocemente portato...

VALERIJ GERGIEV INAUGURA IL RAVELLO FESTIVAL 2020

Sarà Valerij Gergiev ad aprire il Ravello Festival 2020 con un concerto dell’Orchestra del Teatro Mariinskij organizzato in collaborazione con il Festival di Ravenna dove il maestro salirà sul podio domani sera. A Ravello Gergiev si riunirà dunque alla sua orchestra, in formazione ridotta per il rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid e per la...

LA FONDAZIONE RAVELLO HA SCELTO ALESSIO VLAD PER LA DIREZIONE ARTISTICA DELLA 68ESIMA EDIZIONE DEL RAVELLO FESTIVAL

La Fondazione Ravello, dopo una attenta valutazione delle qualificate manifestazioni di interesse pervenute, ha scelto Alessio Vlad quale Direttore Artistico della 68esima edizione del Ravello Festival. Il Maestro, ravellese d’adozione, già direttore artistico della sezione musicale del festival dal 2016 al 2018 e legato per storia personale e familiare alla Città della Musica e alla...

WAGNER E IL MAGICO
GIARDINO DI KLINGSOR

Richard Wagner, nume tutelare del Ravello Festival, giunse a Ravello nel 1880 a dorso di un mulo. Il Maestro di Lipsia, alla vista del giardino di Palazzo Rufolo, trovò l’ispirazione per l’ambientazione del quadro scenico del II atto del Parsifal. Il celebre autografo, lasciato nell’albo della Pensione Palumbo, è un perenne ricordo di quel giorno memorabile: “Il Magico Giardino di Klingsor è trovato”. Nel 1953, in occasione del settantesimo anniversario della morte di Wagner, presero avvio i “Concerti wagneriani nel giardino di Klingsor”.

LA STORIA DEL RAVELLO FESTIVAL

Hanno scritto per noi

Antonio Scurati

Per capirne l’incanto, bisogna partire da qui: a Ravello non c’è il mare.

leggi tutto
Diego De Silva

Di Ravello, la prima volta che ci sono stato da bambino, non ho capito la bellezza.

leggi tutto