Acquista on-line



La biglietteria sarà operativa 1 giorno prima di ciascun evento dalle ore 10,30 alle ore 14,30 e dalle ore 15,30 alle ore 19,30 e il giorno dell’evento ininterrottamente a partire dalle ore 10.30

Per informazioni telefoniche contattare il n. 089 858422 dal lunedì al venerdì dalle ore 11.00 - 13.00 e 16.00 - 18.00

L'orario indicato coincide con quello di chiusura dei cancelli. Oltre tale limite, in nessun caso sarà consentito l'ingresso al pubblico, se non durante l'intervallo dello spettacolo (laddove previsto).

 

 

INFO

L'INFINITO E' QUI

di Nicolangelo Gelormini

 

 


Mimmo Jodice per Ravello Festival 2014

 

 


Wang Guangyi per Ravello Festival 2014

 

 

Newsletter

 

 

COSA NE PENSI?

Aiutaci a migliorare: la soddisfazione dei nostri ospiti e le loro idee sono per noi importanti.
Offrici due minuti del tuo tempo prezioso, compila il modulo in calce e scrivici una critica, una proposta, un'idea su tutte le attività della Fondazione Ravello.
Grazie.

News

MOSTRE PROROGATE FINO A DOMENICA 2 NOVEMBRE

Sarà possibile visitare le quattro esposizioni che hanno arricchito in maniera decisa ed originale l’offerta culturale del Ravello Festival, fino a domenica 2 novembre. L’esposizione di punta del cartellone 2014 è sicuramente la mostra di Tony Cragg nata sull’onda del grande successo di pubblico e critica suscitato dalla personale di Mimmo Paladino, allestita nel 2013. In seguito a quella esperienza si è formato un comitato artistico nell’ambito del quale Paladino ha svolto un ruolo fondamentale di indirizzo, mentre a Flavio Arensi è lasciata la curatela della mostra clou del Festival.  Tra i giardini di Villa Rufolo, monumento simbolo della “Città della Musica” e la terrazza dell’Auditorium Oscar Niemeyer dodici opere monumentali dello scultore britannico, uno dei più affermati dei nostri tempi, formano un percorso che mette in luce le possibilità del linguaggio plastico in dialogo con le architetture, antiche e recenti, come pure con il paesaggio artificiale e naturale. (clicca qui per la gallery fotografica)
Nelle sale superiori della Villa invece, sono esposte in esclusiva circa 50 tele legate all’Italia di uno degli artisti più eclettici e apprezzati del panorama mondiale: il celebre pittore, scultore, performer e autore di installazioni Wang Guangyi. Famoso in tutto il mondo per il suo ciclo “Great Criticism”. 

[+] leggi tutto


 

IL PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE RAVELLO, RENATO BRUNETTA, SULLA MORTE DELLO SCULTORE IGOR MITORAJ

È morto a Parigi lo sculture Igor Mitoraj. Lo si è appreso a Pietrasanta, la cittadina toscana dove l'artista di origine polacca risiedeva da tempo, alternando le sue permanenze nella capitale francese, e dove possedeva uno studio. Nato a Oederamn nel 1944, di madre polacca e padre francese, Mitoraj studiò all'École National Supérieur des Beaux-Arts. Nel 2012 è stato protagonista del Ravello Festival con una sua personale dedicata al tema della Memoria. 

Quando, tre anni fa, decisi di chiedere a Igor Mitoraj di lanciarsi al fianco della Fondazione Ravello nel progetto di una mostra che desse forza ulteriore al Festival, ampliandone la fama ed il prestigio anche nell’ambito delle arti visive, lui non ci pensò su che una mezz’ora. Il tempo di una cena insieme. Poi disse di sì, e regalò alla Fondazione che presiedo una personale che si rivelò un gioiello di eleganza, potenza e suggestione.
Le sue statue maestose, aeree a dispetto delle dimensioni, invasero Ravello - dalla piazza Duomo all’Auditorium Niemeyer passando per Villa Rufolo - diventando un elemento di fascino in più per i tanti turisti e per i visitatori del Festival.
Le incredibili figure alate, i busti possenti, le teste in bronzo e le creature straordinarie senza età ricavate dalla mano dell’artista avevano la capacità di soggiogare lo spettatore, ma non di inibirne il piacere e la fantasia. Il tratto di Mitoraj, cioè, apriva la mente all’immaginazione, con sorprendente freschezza, senza intellettualismi eppure con un’originalità raffinata.
Mitoraj fu, nel 2012, il testimonial più illustre di un Festival dedicato al tema della Memoria. La memoria come strumento di riappropriazione culturale, presupposto indispensabile di ogni nuova conquista. E l’immersione nel mito, stimolata da Mitoraj, rappresentò appunto, a Ravello, un ponte tra passato e presente di straordinaria efficacia.
Di lui conservo un ricordo personale indissolubile da quello del grande scultore, eclettico e insieme rigoroso: nel suo innamoramento per Ravello e per i suoi spazi azzurri si compiva, infatti, la missione dell’artista di successo, grande comunicatore, e quella dell’amico, al quale la Fondazione Ravello rivolge, oggi, un saluto carico di affetto e di gratitudine”.

Renato Brunetta
Presidente Fondazione Ravello

[+] leggi tutto

A RAVELLO, PER LA PRIMA VOLTA OSPITE DELLA FONDAZIONE RAVELLO, MISCHA MAISKY CON LA NORDWESTDEUTSCHE PHILHARMONIE ORCHESTER

Torna in Campania, dopo lunga assenza, per la prima volta ospite della Fondazione Ravello (sabato 11 ottobre, ore 19.55), Mischa Maisky, giustamente considerato tra i massimi violoncellisti del nostro tempo. “Uno dei più incredibili talenti della giovane generazione di violoncellisti. Il suo stile sa conciliare poesia e delicata sensibilità con una tecnica brillante, impreziosita da gran temperamento”: così si espresse qualche anno fa Mstislav Rostropovich, incantato dal talento e dalla tecnica del musicista lettone ospite ormai regolare dei maggiori festival internazionali e unico violoncellista al mondo ad aver studiato sia con lo stesso Rostropovich che con Gregor Piatigorsky.
Maisky, che si considera un cittadino del mondo: “…suono un violoncello italiano, con archetti francesi e tedeschi, su corde austriache e tedesche. Mia figlia è nata in Francia, mio figlio maggiore in Belgio, il terzo in Italia e il più piccolo in Svizzera. Guido un’auto giapponese, indosso un orologio svizzero, una collana indiana e mi sento a casa ovunque ci siano persone che amano la musica classica”, eseguirà all’Auditorium Oscar Niemeyer il celebre Concerto in La minore di Schumann con la Nordwestdeutsche Philharmonie Orchester, complesso tedesco di solide tradizioni affidato, nella circostanza, al suo direttore musicale, il lituano Gintaras Rinkevicius, vincitore del "von Karajan" nel 1985 e già sul podio

[+] leggi tutto

Prossimi Eventi



Villa Rufolo e Piazzale dell’Auditorium Niemeyer
Dal 21 giugno al 2 novembre
TONY CRAGG a RAVELLO
a cura di Flavio Arensi
In collaborazione con Fondazione Tramontano Arte
Il grande scultore inglese espone per il Festival in esclusiva italiana



Villa Rufolo
Dal 21 giugno al 2 novembre
Wang Guangyi: VIAGGIO IN ITALIA
a cura di Demetrio Paparoni
In collaborazione con Fondazione Tramontano Arte
Esclusiva Ravello Festival



Villa Rufolo
Dal 22 giugno al 2 novembre
LO STILE DEL SUD
I marchi dell’eccellenza campana si raccontano
a cura di Anna Paola Merone
In collaborazione con Fondazione Tramontano Arte



Villa Rufolo, Chiostro Inferiore
Dal 12 luglio al 2 novembre
PANDORA DIREZIONE SUD
Progetto ceramica donna
a cura di Anna Rita Fasano
Associazione Pandora Artiste - Ceramiste


VAI AL PROGRAMMA COMPLETO

Al Ravello Festival 2014

TONY CRAGG a RAVELLO

Dal 21 giugno al 31 ottobre
a cura di Flavio Arensi
Il grande scultore inglese espone per il Festival in esclusiva italiana

WANG GUANGYI: VIAGGIO IN ITALIA

Dal 21 giugno al 31 ottobre
a cura di Demetrio Paparoni
Esclusiva Ravello Festival

Lo Stile del Sud

Dal 22 giugno al 31 ottobre
I marchi dell’eccellenza campana si raccontano
In collaborazione con Fondazione Tramontano Arte

PANDORA DIREZIONE SUD

Dal 12 luglio al 31 ottobre
Progetto Ceramica Donna
a cura di Anna Rita Fasano
Fondazione Ravello

Sala Frau, Viale Richard Wagner, 5
84010 Ravello (Sa)

Tel. +39 089 858 360
Fax +39 089 858 6278
e-mail:
pec:
www.fondazioneravello.it

C.F. 03918610654

Registro persone giuridiche private
Regione Campania n. 163 del 11/9/2003;
Fondo patrimoniale € 278.000

Latest Tweet
Newsletter

Informativa ex D.Lgs 196/03 - Tutela della privacy I dati personali raccolti con questa scheda sono trattati al solo fine di prestarle il servizio in oggetto e per l’invio di informazioni commerciali e promozionali del Ravello Festival con modalità, anche automatizzate, strettamente necessarie a tali scopi. Il conferimento dei dati è facoltativo ma serve per l’esecuzione del servizio. Potrà in qualsiasi momento esercitare i diritti di cui all’articolo 7 del D. Lgs. 196/03 (accesso, integrazione, correzione, opposizione, cancellazione).

Iscriviti