Domenica 9 agosto, ore 20.30
Beatrice Rana e Massimo Spada, pianoforte
Musiche di Chopin, Stravinskij

 

Belvedere di Villa Rufolo

SOLD OUT

NORME ANTI-COVID

ANTI-COVID RULES AND REGULATION

  • Indossare la mascherina dall’ingresso fino al raggiungimento del proprio posto ed ogni qualvolta ci si allontana da esso, incluso il momento del deflusso, nei luoghi comuni e al chiuso

Wear your facemask from the entrance to your seat, as well as upon exit and indoors;

  • Igienizzare le mani con i prodotti disponibili all’ingresso e al Belvedere

Sanitize your hands using the hydro-alcoholic solutions placed at the entrance and on the Belvedere;

  • Mantenere sempre la distanza di sicurezza di almeno 1 metro dagli altri ospiti (ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi)

Respect social distancing of at least 1 metre between you and other guests except for relatives and co-habitants;

  • Evitare assembramenti

Avoid gatherings;

  • Rispettare le indicazioni dello staff, l’apposita segnaletica informativa e tutte le misure di prevenzione di cui spopra Follow the indications of our staff, the dedicated signs and all anti-Covid measures as above indicated.

Programma

Fryderyk Chopin
Scherzo per pianoforte n. 1 in si minore per pianoforte, op. 20
Scherzo per pianoforte n. 2 in si bemolle minore per pianoforte, op. 31
Scherzo per pianoforte n. 3 in do diesis minore, op. 39
Scherzo per pianoforte n. 4 in mi maggiore, op. 54

Igor Stravinskij
La Sagra della Primavera, versione per pianoforte a 4 mani

Beatrice Rana

Nata da una famiglia di musicisti nel 1993, Beatrice Rana ha iniziato i suoi studi musicali all’età di quattro anni e ha debuttato come solista con l’orchestra all’età di nove anni, eseguendo il Concerto in Fa minore di Bach. Ha conseguito il diploma in pianoforte sotto la guida di Benedetto Lupo al Conservatorio di Musica Nino Rota di Monopoli, dove ha anche studiato composizione con Marco della Sciucca e si é successivamente perfezionata con Arie Vardi all’Hochschule für Musik una Theater a Hannover.
Ha attirato l’attenzione internazionale a 18 anni con la vittoria del Concorso internazionale di Montreal, e due anni più tardi con la Medaglia d’Argento e il Premio del pubblico al prestigioso Concorso Van Cliburn. Premio Abbiati come miglior solista nel 2016 e Cavaliere della Repubblica nel 2017, Beatrice Rana è fondatrice e direttrice artistica di Classiche Forme, festival internazionale di musica da camera che si tiene ogni estate nella sua terra natale,  il Salento.
Beatrice Rana si è già imposta nel panorama musicale internazionale ottenendo l’apprezzamento e l’interesse di associazioni concertistiche, direttori d’orchestra, critici e pubblico di numerosi Paesi.
Beatrice Rana si esibisce nelle sale da concerto e per i festival più prestigiosi, tra cui la Konzerthaus ed il Musikverein di Vienna, la Philharmonie di Berlino, il Concertgebouw di Amsterdam, il Lincoln Center e la Carnegie Hall di New York, la Tonhalle di Zurigo, la Wigmore Hall, la Royal Albert Hall e la Royal Festival Hall di Londra, il Théâtre des Champs-Elysées di Parigi, il Prinzregententheater e la Herkulessaal di Monaco, la Alte Oper di Francoforte, la Walt Disney Hall, l’ Hollywood Bowl di Los Angeles, il Kennedy Center di Washington.
Beatrice Rana collabora con direttori del calibro di Riccardo Chailly, Antonio Pappano, Yannick Nézet-Séguin, Fabio Luisi, Yuri Temirkanov, Gianandrea Noseda, e Zubin Mehta. Le orchestre con cui si è esibita sono la Royal Concertgebouw Orchestra, la London Philharmonic Orchestra, la Philadelphia Orchestra, la Los Angeles Philharmonic, la NHK Symphony, l’Orchestre National de France, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Filarmonica della Scala, la Filarmonica di San Pietroburgo.

 

Massimo Spada

Nato nel 1986 a Roma, Massimo Spada ha iniziato a studiare pianoforte all’età di sei anni con Ines Salvucci e dal 1999 con Pieralberto Biondi, sotto la cui guida si è diplomato nel 2005 al Conservatorio di Santa Cecilia con il massimo dei voti e la lode. Nel 2009 si è laureato con lode in Storia della musica, presso l’Università La Sapienza di Roma. A undici anni è entrato alla Art Music Academy di Sesto Fiorentino per seguire il corso di musica da camera, all’interno del quale ha collaborato con molti musicisti e in varie formazioni. Contemporaneamente ha intrapreso l’attività concertistica, suonando in diversi festival in tutta Italia, tra cui Festival Internazionale per la Pace di Assisi, Sagra Malatestiana a Rimini, oltre che in prestigiose rassegne musicali a Venezia, Padova, Bologna, Cuneo, Roma, Matera, La Spezia, Sulmona. Attualmente studia all’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, sotto la guida di Boris Petrushansky e Riccardo Risaliti. Ha partecipato a vari corsi di alto perfezionamento a Lucca, Cortina d’Ampezzo, Agrigento, Roma, Arezzo, e a diverse masterclass tenute da Lazar Berman, Elissó Virsaladze, Joaquín Soriano e Andrea Lucchesini. Si esibisce in recital solistici, dove spesso le sue scelte di repertorio, oltre ad abbracciare classici quali Beethoven, Chopin, Schumann, Brahms o Liszt, si spingono alla ricerca delle opere di autori meno conosciuti e frequentati come Albéniz, Saint-Säens, Medtner, Villa-Lobos, collaborando inoltre stabilmente con la violinista Masha Diatchenko. Ha ottenuto riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali, tra cui il secondo premio al Concorso internazionale “Anemos” di Roma nel 1999 (dove gli è stato conferito anche un particolare riconoscimento per la collaborazione pianistica) e diversi primi premi assoluti nei concorsi pianistici nazionali “Florestano Rossomandi” di Foggia nel 2001, Città di Nettuno nel 2002, “J.S. Bach” di Sestri Levante e Città di Carrara nel 2006, “Rospigliosi” di Lamporecchio nel 2007, Premio Città di Bagheria nel 2010. Nel 2008 è stato uno dei pianisti dell’Accademia di Imola a eseguire l’integrale delle sonate di Beethoven nella maratona pianistica “32 Pianisti per 32 Sonate” di Bologna.