Sabato 1 luglio, ore 20.00Hungarian Radio Symphony Orchestra
Direttore Adam Fischer

Belvedere di Villa Rufolo

Sabato 1 luglio
Belvedere di Villa Rufolo, ore 20.00
Hungarian Radio Symphony Orchestra
Direttore Adam Fischer
Soprano Elisabet Strid
Tenore Daniel Brenna
Basso Sebastian Pilgrim
Musiche di Wagner
Posto unico € 50

Programma

Richard Wagner (1813 – 1883)

Die Walküre, Atto I

****

Siegfried, Atto III, III Scena

 

 

Adam Fischer

La dinamicità e la diversità caratterizzano il lavoro creativo del direttore di fama mondiale Adam Fischer. Fischer è fondatore e direttore artistico di due festival internazionali, il Festival Wagner a Budapest e il Festival Haydn a Eisenstadt, per il quale ha fondato il Österreichisch-Ungarische Haydn Philharmonie, di cui è attualmente Direttore Onorario. Il progetto più recente di Adam Fischer è quello di dedicarsi alle opere complete di Gustav Mahler, in concerto e registrazioni dal vivo, insieme ai Düsseldorfer Symphoniker, di cui è Direttore Principale oltre ad essere Consulente Artistico alla Tonhalle di Düsseldorf. Adam Fischer è stato Direttore Principale della Danish Chamber Orchestra per venti anni, un sodalizio artistico che ha trovato la sua espressione soprattutto in una premiata registrazione dell’opera sinfonica completa di Mozart, ora seguita da un ciclo dedicato a Beethoven. Alla Wiener Staatsoper, Adam Fischer ha diretto numerose nuove produzioni e ben 26 opere diverse. Uno dei più recenti highlights è stata una serie di performance di La Valchiria di Wagner, parte del tour del Giappone della Wiener Staatsoper, di cui è stato nominato membro onorario della nel 2017. Con un vasto repertorio, Adam Fischer è apparso per più di trenta anni nei principali teatri d’opera di tutto il mondo tra cui il MET di New York, Bayerische Staatsoper di Monaco e La Scala di Milano. Ospite al Bayreuth Festival per molti anni, è stato eletto Direttore dell’anno dalla rivista tedesca Opernwelt per le sue performance del ciclo “Der Ring” di Wagner. Fischer si esibisce regolarmente sul podio con i Wiener Philharmoniker, Wiener Symphoniker e  Orchestra of the Age of Enlightenment , oltre a vantare collaborazioni con tutte le più importanti orchestre nel mondo. Adam Fischer ha studiato composizione e direzione d’orchestra a Budapest e a Vienna con il leggendario Hans Swarowsky.  È stato direttore musicale a Friburgo, Kassel e Mannheim e Direttore Artistico del Teatro dell’Opera di Budapest. Due Echo Klassik Award (per l’integrale delle sinfonie di Joseph Haydn), l’International Classical Music Award (per la collezione completa delle sinfonie di Mozart), due Grand Prix du Disque (La regina di Saba di Goldmark e il Castello del Duca Barbablù di Bartók) documentano l’ampia gamma del suo lavoro e discografia. Adam Fischer è membro onorario del Musikverein für Steiermark a Graz.
È stato nominato nell’Ordine di Dannebrog e professore onorario in Austria.

 

Hungarian Radio Symphony Orchestra

L’orchestra è stata fondata da Ernő Dohnányi (Ernst von Dohnanyi) nel 1943. János Ferencsik, Tibor Polgár, László Somogyi, György Lehel (tra il 1957 e il 1989) e András Ligeti (1989-1993) sono stati tra i primi direttori musicali. Dopo il suo memorabile concerto nel dicembre 1992, Tamás Vásáry è stato direttore musicale e direttore principale fino al 2004 da quando è poi diventato direttore onorario.
Le numerose apparizioni e concerti di Ádám Fischer hanno aperto un nuovo capitolo nella storia dell’orchestra. Fischer è stato nominato prima consigliere musicale (2004), poi direttore ospite principale (2005) e infine, tra il 2006 e 2008, direttore musicale e direttore principale degli ensemble musicali della Radio Ungherese. Allo stesso tempo, László Kovács è stato il direttore principale nel periodo 2004-2008, Stefano D’Agostino tra il 2009 e 2011, Gergely Vajda nel periodo 2011-2013, e János Kovács da settembre 2014. La Hungarian Radio Symphony Orchestra è una delle più importanti orchestre ungheresi, che vanta numerose apparizioni in sale da concerto, stazioni radio-televisive e studi di registrazione.  L’orchestra vanta anche centinaia di registrazioni musicali per il cinema, oltre a collaborazioni con il mondo della lirica e dell’operetta. Invitata regolarmente al Miskolc Opera Festival, La Hungarian Radio Symphony Orchestra ha ottenuto enormi successi grazie alle serie wagneriane curate da Ádám Fischer, serie che hanno contribuito ad accrescere ulteriormente la sua fama nel mondo.
Tra i più rinomati direttori e solisti che hanno collaborato con l’orchestra sono da ricordare Antal Doráti, Otto Klemperer, Leopold Stokowski, Sir George Solti, David Oistrakh, Claudio Abbado, Péter Eötvös, Sir Neville Marriner, così come Yehudi Menuhin, Mstislav Rostropovich, Martha Argerich, Gidon Kremer, Mischa Maisky, Maxim Vengerov, Grigory Sokolov e molti altri.

 

Elisabet Strid

Dal 2010 Elisabet Strid è ospite in Teatri d’Opera e Festival internazionali come il Semperoper di Dresda, Teatro dell’Opera di Oslo, Helsinki, Riga, il Teatro dell’Opera di Lipsia, Rhine Opera Düsseldorf-Duisburg, Gothenburg Opera, la Vlaamse Opera Antwerpen, Opéra de Lille, Opera, Bellas Artes del Messico, il Baltic Sea Festival di Stoccolma, i Festival nel teatro antico di Plovdiv a Copenaghen, Tampere e il Wagner-Days di Budapest. Nel 2013 ha debuttato negli Stati Uniti alla Michigan Opera di Detroit, così come al Festival di Bayreuth. Il soprano svedese è richiesto in ruoli come ELISABETH in Tannhäuser, ADA in Die Feen, FREIA ne L’Oro del Reno, SIEGLINDE in La Valchiria, BRÜNNHILDE nel Sigfrido, GUTRUNE nel Crepuscolo degli Dei, SENTA ne L’Olandese volante. Si è inoltre esibita come RUSALKA, CIO-CIO-SAN in Madama Butterfly, GIORGETTA ne ‘Il Tabarro’ o NYSSIA nel King Kandaules. Elisabet Strid ha lavorato e lavora con direttori di fama  internazionale e registi quali Andris Nelsons, Adám Fischer, Lorin Maazel, Esa-Pekka Salonen, Cornelius Meister, Axel Kober, Ivan Anguélov, Kent Nagano, Stefan Herheim, Frank Castorf, Barbe & Doucet, Àlex Ollé / La Fura dels Baus… In concerto si è esibita con la Swedish Radio Orchestra, l’Orchestra OFUNAM a Città del Messico, la Gotenburg e Stuttgart Philharmonic Orchestra, la Miscolc e Stockholm Symphony Orchestra, cantando Wagner Wesendonck Lieder, Isoldes Liebestod, la Sinfonia n° 9 di Beethoven. Recentemente ha debuttato con successo come Chrysothemis in Elektra presso la National Opera di Helsinki nella famosa produzione di Patrice Chereau. Nell’estate 2017 l’artista debutterà come SALOME al Teatro dell’Opera di Lipsia.
I prossimi impegni la vedranno inoltre nei panni di SENTA alla Cape Town Opera, Sieglinde in “Die Walküre” al Lyric Opera di Chicago e il Rhine Opera Düsseldorf-Duisburg,  come BRÜNNHILDE, come SENTA al Budapest Wagner-Days. Il suo primo album da solista ‘Wagner und Beethoven’, sarà pubblicato dalla OehmsClassics nel giugno 2017.
Daniel Brenna

Il tenore americano Daniel Brenna è considerato uno dei più convincenti e giovani Sigfrido nell’attuale scena musicale. Il suo Sigfrido è stato celebrato in teatri come la Washington National Opera, Longborough Festival, Stuttgart State Opera, il Wagner Days di Budapest, l’Odense Philharmonic Orchestra, o nella versione di di ‘The Ring”  dell’Opéra de Dijon, dove è stato anche Siegmund. Il suo TANNHÄUSER ai teatri di Dortmund lo ha fatto nominare dalla stampa tedesca come miglior cantante. La carriera internazionale di Daniel ha avuto inizio nel 2011, quando ha interpretato ARON in ‘Moses and Aron’ presso l’Opera House di Zurigo. Prima, aveva già avuto enorme successo in questo ruolo al Festival Miscolc e al Palace of Arts di Budapest. Nell’estate del 2012 Daniel Brenna ha debuttato come DESPORTES  in ‘Die Soldaten’ di  Zimmermann al Festival di Salisburgo, ruolo che lo ha portato ad esibirsi anche alla Bavarian State Opera di Monaco di Baviera e alla Scala di Milano. Si è inoltre esibito alla Nederlandse Opera di Amsterdam, Stuttgart State Opera, Aalto Theatre di Essen, il Teatro dell’Opera di Lipsia, May Festival di Wiesbaden ….
Il suo repertorio comprende ruoli come il falso Dmitry in ‘Boris Godunov’, BORIS in ‘Katja Kabanowa’, PRINCE RADJAMI in ‘Die Bajadere’, il primo uomo corazzato in ‘Die Zauberflöte’, Bacco in ‘Arianna a Nasso’ o EISENSTEIN in ‘ Die Fledermaus’. Daniel Brenna si esibisce regolarmente con direttori di fama e registi come Christoph von Dohnanyi, Kirill Petrenko, Seji Ozawa, Daniel Harding, Ingo Metzmacher, Ádám Fischer, Stefan Soltesz, Michael Schoenwandt, Achim Freyer, Alvis Hermanis, Andreas Baesler, Peter Konwitschny, William Kentridge … Daniel Brenna ha fatto il suo debutto, riscuotendo enorme successo, alla Metropolitan Opera House come ALWA in Lulu di Alban Berg nell’autunno 2015 e vi è tornato come LACA in Jenufa durante la stagione corrente. Nella stagione 17/18 si esibirà come SIGFRIDO al Theater an der Wien, alla San Francisco Opera House e con la Hong Kong Philharmonic Orchestra.

 

Sebastian Pilgrim

Sebastian Pilgrim si è laureato presso la Hochschule für Musik di Detmold con il Prof. Ritterbusch. Già durante gli studi era impegnato come membro dell’ensemble del Teatro di Erfurt e ha fatto il suo debutto come Sir John Falstaff (Die lustigen Weiber von Windsor) presso l’International Young Opera Weikersheim. Dal 2013/14 al 2015/16 ha fatto parte dell’ensemble al Nationaltheater di Mannheim dove ha debuttato, con grande successo, come König Filippo II (Don Carlo), come Fiesco (Simon Boccanegra) e come Hagen nel revival di Götterdämmerung nel mese di giugno 2016.  Si è esibito inoltre nei ruoli di Tchelio (Liebe zu den drei Orangen), Pistola (Falstaff), Colline (La Bohème), Fafner (Das Rheingold), Gott der Unterwelt (Alceste), Cadmo (Die Bassariden), Sarastro, Don Basilio (Il Il barbiere di Siviglia), Orbazzano (Tancredi), General (The  Gambler) e Timur (Turandot). Dalla stagione 2016/17 Sebastian Pilgrim è freelance e ricoprirà ruoli come Filippo II in una nuova produzione di Don Carlo al Teatro Bielefeld, come Erster Priester (Die Zauberflöte) all’Opéra National de Paris e come Hunding al Wagner in Budapest Festival sotto la direzione del M ° Adam Fischer. Tornerà anche a Mannheim per il suo debutto come Rocco in una nuova produzione di Fidelio nella stagione 2017/18. In ambito concertistico, può essere regolarmente ascoltato nell’esecuzione di Schöpfung di Haydn, Weihnachtsoratorium di Bach ed Elias di Mendelssohn, ma anche nella musica contemporanea, ed è stato ospite al Hugo Wolff Liedfestival nella primavera 2015. Nello stesso anno, Sebastian Pilgrim è stato finalista al BBC Cardiff Singer of the World Competition. È risultato vincitore di diversi premi come il Premio Speciale della Bundeswettbewerb Gesang Berlino nel 2010, il Wolfgang Wagner Award all’International  Song Competition for Wagner Voices nel 2012 e, come compositore, ha ricevuto il Kurt Masur Award al Deutscher Musikwettbewerb Komposition nel 2017.