Domenica 15 luglio, ore 21.30Tigran Hamasyan “An Ancient Observer”
Esclusiva estiva Italiana

Belvedere di Villa Rufolo

Domenica 15 luglio
Belvedere di Villa Rufolo, ore 21.30
Tigran Hamasyan “An Ancient Observer”
Esclusiva estiva Italiana

Hamasyan incarna alla perfezione il concetto di artista contemporaneo, oltre le mode e le stesse definizioni. Classe 1987, fieramente armeno, con l’agio e la conoscenza di molti altri linguaggi come il rock, la prima passione condivisa con suo padre in tenera età, il jazz che ha studiato in adolescenza a Los Angeles, luogo in cui si era trasferito con la famiglia. Dimensione che poi gli ha consentito di recepire molti altri stimoli, prima del rientro ad Erevan, poi divenuta capitale dell’Armenia. Tigran è un orgoglioso prosecutore dell’antica tradizione musicale di quelle lande così affascinanti ed apparentemente immanenti, magnificate dal canto libero del suo pianoforte, racchiuso nell’album “An ancient observer”, pubblicato di recente dalla sofisticata etichetta americana Nonesuch, la stessa per cui hanno toccato vette stratosferiche compositori ed intellettuali di vaglia come Steve Reich, Ry Cooder e Philip Glass. In precedenza il pianista aveva fatto incetta di premi, fra cui il lungimirante Thelonious Monk Jazz Competition, il Paul Acket Award at the North Sea Jazz Festival e l’Echo Award nella categoria miglior album internazionale ed inciso per Naive, Act, Verve ed Ecm, cimentandosi nell ‘ardito  progetto “Luys i Luso “ per piano e Coro: lo Yerevan State Chamber Choir condotto Harutyun Topikyan, approvato dall’immaginifico produttore Manfred Eicher, sulla religiosità cristiana e la sacralità. Parlando di questo grande talento NPR Music ha detto: “Con sorprendenti combinazioni di elementi jazz, minimalisti, elettronici e folk Hamasyan percorre sentieri musicali segnati da groove ossessivi, voci eteree, suoni di pianoforte e melodie antiche. Non sentirete mai nient’altro di simile”. Modale ed arcaico, folklore e classico, si sprigionano da un fraseggio di  incredibile sapienza melodico ritmica. Arriva da solo a Ravello Tigran, con il suo piano e le sue macchine, per un concerto in esclusiva nazionale: Un antico osservatore dall’amplissimo carnet espressivo, in cui potrete ritrovare echi familiari: lasciatevi trasportare quindi dal suo flusso creativo, incensato anche da Maestri del calibro di Chick Corea ed Herbie Hancock.